Benvenuti nella città invisibile, ma non silente!

La città invisibile è una contraddizione in termini. Se una città esiste, con le sue case, le strade, i lampioni, gli abitanti, come può essere invisibile?! La città invisibile però c’è: è dentro ognuno di noi. Le fondamenta delle sue case sono quello che abbiamo costruito fino ad oggi, le nostre esperienze passate, gli avvenimenti della nostra vita. I mattoni delle case sono i nostri sogni, le aspettative, le speranze, tutto ciò che vorremmo fosse, domani, presto o tardi che sia. Le vie della città invisibile sono i nostri pensieri, che si ramificano innervandosi e collegano case, ponti, quartieri, costituendo una fitta rete di scambi e connessioni. La città invisibile è lo spazio vivo in cui ognuno si sente quello che è, ed è libero di esprimersi, di sognare, di dire “no”, persino di creare mondi diversi, realtà parallele: con la speranza che quel tesoro invisibile custodito dentro ognuno di noi possa rappresentare la fiaccola del cambiamento e si riesca a passarne, tutti insieme, il testimone. La via per riuscirci, a mio parere, è quella indicata da Italo Calvino: “cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare e dargli spazio".

La Città Invisibile si è trasferita su l'Espresso. Clicca sull'immagine per raggiungere il blog.

La Città Invisibile si è trasferita su l'Espresso. Clicca sull'immagine per raggiungere il blog.
Link per iscriversi ai feed: http://feeds.feedburner.com/repubblica/KUea

mercoledì 15 settembre 2010

Berlusconi, Bossi, Nucara, il Pd e gli altri 4 gatti col resto di 2: ab uno disce omnes?!





La nostra politica sembra ad un bivio obbligato. Purtroppo.




Che dite, tentiamo un breve florilegio delle dichiarazioni dell'ultimo periodo della politica nostrana? Così, per non dimenticare.
E magari per avere conferme sulla sensazione (non solo mia, credo) che versiamo in uno  stato vagamente confusionale 

Cito, ovviamente, solo le dichiarazioni più recenti e più significative (e occhio alle date!)

"Elezioni subito" (Berlusconi, 6 settembre dopo Mirabello) versus "Avanti fino al 2013" (Berlusconi, 12 settembre);

"Al Quirinale per le dimissioni di Fini" (7 settembre dopo la riunione Bossi-Berlusconi)" versus "nessuno chiederà le mie dimissioni" (lo stesso Fini, sempre il 7 settembre) fino a "Dimissioni di Fini non è argomento che Berlusconi tratterà" (Alfano, 10 settembre);

"Fini Presidente della Camera incompatibile, di parte e dunque non garante" (Cicchitto, 8 settembre) versus "Fini imparziale e non è sfiduciabile" (Schifani, 10 settembre);

"La lega potrebbe non votare la fiducia" (Bossi, 8 settembre) versus "la lega voterà compatta la fiducia" (Bossi, 10 settembre);

"Voto anticipato? Per ora no" (Bossi, 2 settembre) versus ''Meglio andare subito al voto. Stare nel pantano non va bene'' (Bossi, 7 settembre) versus "Se Berlusconi dice che per il bene del Paese bisogna andare avanti così, va bene anche per noi" (Bossi, 10 settembre).

"Siamo già in 20" (Francesco Nucara, 13 settembre, sul gruppo di parlamentari "salva-maggioranza") versus [sempre riferito alla sporca ventina] "Non credo che il gruppo si sia dissolto come non ho creduto che si fosse formato" (Francesco Nucara, 15 settembre).

Non male, vero?


E sul versante centro-sinistra?

Oggi riunione di vertice del coordinamento nazionale del PD per decidere la strategia dei prossimi mesi (sperando che non si voti subito, se no sono guai!).

Al riguardo, da registrare il titolo Ansa (involontariamente, suppongo) tratto a quanto pare dal meglio di Zelig:





"Pd: no a scontro, prima il progetto".

Il nuovo... cartello elettorale del PD!

Geniale.

Per due motivi. 

1) Ci si è resi finalmente conto che le principali energie del centro-sinistra vengono risucchiate dai dissidi interni

Ma va? 

Tutti noi lo diciamo da anni e quasi quasi ci prendevano per matti (rammentate come venne guardato dai dirigenti di centro-sinistra Nanni Moretti quando denunciò il ristagno della politica del centro-sinistra: correva l'anno 2002!!).

2) Si ammette, clamorosamente, che al momento non c'è alcun progetto. 

E noi, ingenui, che pensavamo che ce ne fossero troppi!!!


Al solito, non si sa se piangere o ridere.


Forse è meglio ridere, anche perché è difficile trattenersi quando Adnkronos (ma è il PD che ispira?!) titola così sulle riflessioni di Veltroni post vertice:




"Pd: Veltroni, niente polemiche, lo voglio più forte e grande"!!!




Caro Walter, siccome ci stai simpatico, noi non ci opponiamo, sebbene questi siano c***i tuoi.

Per i miracoli italiani però, lo sai, devi chiedere altrove.


Tanto più che in materia, lo ha rammentato lui stesso ad Atreju, Silvio è il più attrezzato.


Altro che Viagra!






Se hai trovato interessante l'articolo, vota Ok! Grazie!  Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Share/Bookmark

Se ti è piaciuto l'articolo, puoi iscriverti ai post per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commenti:

storico ha detto...

Nucara & C. in cambio dell'appoggio a Berlusconi avranno la ricompensa di un posto assicurato per la prossima legislatura

La compravendita di deputati antidoto all'emorragia di finiani

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...